Stili e tendenze in Interior Design - riconoscerli e conoscerli
Blog

Ecco la verità su stili e tendenze che nessuno ti dirà mai…

In questo articolo parleremo di stili e tendenze nell’interior design. Vi sveleremo alcuni segreti per riconoscerli senza dover ricorrere a consulenze professionali.

Con l’espansione del digitale ci sono stati molti cambiamenti, nel buono e nel cattivo senso. Per chi, come noi, è amante del design e della decorazione di interni sicuramente sono stati di più i pro che i contro.

Fino ad una manciata di anni fa sarebbe stato difficile acquistare tessuti pregiati francesi, porcellane inglesi o tappeti persiani senza dover fare i conti con i commercianti… ovvero con esorbitanti rincari e tempi di attesa snervanti.

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Il web ci facilita la vita

Adesso è possibile acquistare ogni cosa online, comodamente da casa, e riceverla nel giro di pochissimi giorni senza extra costi o altri passaggi di consegna.

Il mondo web pullula di shop-on-line come AMAZON dove si trovano accessori, arredi, decorazioni e tessuti, ognuno con il suo stile e specializzato in specifici prodotti o provenienze.

. . . ma il Web non è un architetto o designer

Di contro però vi è un orribile problema, cioè quello di essere abbandonati, soli e disorientati, davanti a un freddo schermo del pc a prendere decisioni importanti sullo stile futuro della vostra casa o attività. Non va bene ed il fallimento è assicurato!

Non fatevi ingannare

I negozi e i portali che si occupano di arredamento e decorazione vi offrono consulenze gratuite e vi regalato pesanti enciclopedie su stili e tendenze del momento, tutto ciò però è disastroso e fallimentare. Vi stanno prendendo in giro!

Ricordatevi che vogliono vendervi i loro prodotti e cercheranno in ogni modo di confondervi le idee e farvi credere che quello che loro hanno sia quello di cui voi avete bisogno. E’ ovviamente un inganno.

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Il problema è uno ed è devastante

Quanti di voi sono in grado di riconoscere correttamente gli stili e tendenze ed applicarli all’arredamento di una casa?

Non possiamo sopportare l’idea che voi spendiate dei soldi per realizzare un interno con un determinato stile, ma veniate sviati e confusi da definizioni ed esempi errati che circolano nel web e nei negozi.

Ecco perché vi parleremo di stili e tendenze in ambito di interior design, vogliamo aiutarvi a conoscerli, riconoscerli e distinguerli tra loro. Fidatevi, non abbiamo nulla da vendervi.

La scelta è vostra

A questo punto ci sono due sole possibilità:

  • assumere un Interior Designer che quasi certamente vi indirizzerà verso il suo gusto personale e vi presenterà un conto a fine lavori;
  • rimboccarsi le maniche, studiare su libri e blog (qui da noi troverete ottimi spunti) e imparare a orientarsi nel mondo degli stili e tendenze per non commettere errori.

Se scegli di seguire la seconda opzione, sei nel posto giusto e faremo del nostro meglio par dare il nostro contributo.

La soluzione fai da te

Siamo molto determinate nel dirti questo perché noi stesse siamo Interior Designer e Architetto e sappiamo come funzionano le nostre professioni. Abbiamo deciso di prendere le distanze dai nostri colleghi e fare qualcosa in modo da rendere le persone stesse capaci di ottenere gli obbiettivi desiderati senza delegare e senza subire scelte altrui.

Ma perché ?

Perché crediamo fermamente in questa frase:

“La tua casa dovrebbe raccontare la storia di chi sei, ed essere una collezione di ciò che ami” – Nate Berkus

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Chi meglio di voi può sapere cosa vi piace e cosa vi rappresenta?

Noi vi metteremo semplicemente sulla retta via.

Questo articolo non pretende di classificare tutti gli stili e tendenze esistenti in modo netto e assoluto né di snocciolarne ogni caratteristica. Questo per diverse ragioni:

  • lo stile non è materia scientifica, non è quindi  soggetto ad argomentazioni oggettive ed assolute, non esistono tabelle;
  • lo stile è il risultato di un atto creativo che ha come esito certo la creazione di un’armonia basata su una o più caratteristiche ma come percorso ha infinite vie;

Quello che ti daremo sono degli spunti di riflessione per creare l’armonia che determina lo stile (o tendenza) che desiderate, i percorsi e gli strumenti che ti serviranno per questo scopo invece saranno tuoi personali.

Stile e tendenze, cosa cambia?

Per prima cosa è importante definire qual’è la differenza tra stili e tendenze. La risposta è molto intuitiva e la differenza appunto è in termini di “tempo”.

Immaginatevi la tendenza come un’onda, che arriva prorompente e poi si ritira per lasciare spazio ad una nuova successiva.

Le tendenze nell’interior design sono come degli strati che si sovrappongono all’esistente.

Tendenza, un mix di influenze

La tendenza di solito è l’esito di un mix di influenze che provengono da diversi ambiti: moda, attualità , letteratura, spettacolo, ecc.

Abbracciare e seguire una tendenza è molto più facile che rispettare uno stile.

Proprio per la loro caratteristica ”a breve termine” le tendenze sono facili da poter seguire e riprodurre e quindi si esprimono attraverso accessori, decorazioni e colori facilmente reperibili e replicabili.

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

I punti da considerare

Ecco alcuni consigli per replicare e rispettare una tendenza.

Ci sono delle linee guida reversibili (cioè facili da ripristinare una volta passata la tendenza):

  • colori – individuarne uno o due con cui si può ridipingere una parete (è sottinteso che va prestata attenzione al contesto in cui ci inseriamo);
  • tessili – tende e tappeti, cuscini e plaid , tovaglie e runner – sono acquisti non troppo dispendiosi ma che anche singolarmente possono cambiare personalità ad un interno, bisogna prestare attenzione ai colori ma anche a determinati pattern grafici;
  • accessori – è un termine molto ampio che spazia dalla candela profumata, alla stampa a parete a piccoli complementi di arredo come gli specchi.

Anche gli arredi ovviamente possono contribuire a seguire una tendenza, ma essendo prodotti di solito più grandi e dispendiosi sarebbe opportuno sceglierli il più neutro possibile in modo da non doversene liberare successivamente.

Esempi di tendenze

Alcuni esempi di tendenze viste di recente:

  • Tropicale
  • Tribale
  • Rosa e fenicotteri

Sono talmente tante e passeggere che a volte non hanno nemmeno un nome vero e proprio.

Questa invece è la tendenza NATALE che abbiamo appena creato per voi!

Ricordate il titolo di questo articolo? Si parla di stili e tendenze in Interior Design. Ecco quindi la seconda parte dedicata a conoscere e distinguere gli stili.

Capire lo stile in arredamento

Lo stile in arredamento e interior design non è soggetto a repentini passaggi di moda, è caratteristico però di uno specifico periodo storico che varia nei decenni ed è strettamente legato al contesto architettonico e geografico.

Esso si esprime in ogni caratteristica dello spazio in cui si inserisce. Se vogliamo operare un restyling di un ambiente non dobbiamo trascurare alcun dettaglio. Il primo segreto è infatti non lasciare nulla al caso.  Ad inizio articolo abbiamo definito lo stile come un’armonia tra diverse parti.

Quindi, non basta un’ isola cucina in acciaio inox per fare una cucina in stile industriale se poi abbiamo parquet a spina di pesce, boiserie alle pareti e lampadari in cristallo!

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Tanti elementi da prendere in considerazione

Gli elementi da considerare per rispettare uno stile sono:

  • contesto architettonico – bisognerebbe cercare di essere coerenti con il contesto di riferimento, se stiamo lavorando in un appartamento di città sconsiglierei di insistere su uno stile country o shabby, sarebbe fuori luogo! Se vi piace il calore del legno e la luminosità del bianco potreste prendere in considerazione uno stile nordico;
  • materiali e finiture – ogni stile ha il suo ventaglio di materiali e finiture suggeriti. Come abbiamo già detto non esistono rigide regole, si tratta di armonia tra le parti. Se vi piacciono molto le boiserie dai colori polverosi, tessuti in velluto o fiorati, materiali preziosi come l’ottone probabilmente dovreste orientarvi su un contemporaneo eclettico o uno stile francesce, non centro uno stile minimal;
  • palette colori del contesto – qui potete sbizzarrirvi ! l’importante è mantenere sempre la palette di riferimento. Vi consiglio di prestare molta attenzione all’intensità dei colori, meno sono intensi ( quindi più alta è la percentuale di nero all’interno) più facili sono da abbinare tra loro. Se preferite dei colori accesi vi consigliamo di usarne un paio e tenere una base neutra;
  • arredi – se non siete milionari, cosa che comunque vi auguriamo, probabilmente manterrete i vostri arredi almeno per 10 anni quindi ponderate bene le vostre scelte. Può succedere che i pezzi che vi piacciono siano molto belli presi singolarmente ma inseriti nel vostro contesto e accostati creino confusione e stridore, questo non deve capitare! Per evitarlo vi consigliamo di considerare i tre elementi che vi abbiamo appena elencato. Scegliere arredi che siano coerenti con colori, materiali e finiture presenti nella vostra casa. Prestate attenzione alla presenza di decori o pattern grafici, effetto lucido o opaco, colorazioni. Nel dubbio il nostro consiglio è di tenervi un po’ più neutri con gli arredi e sbizzarrirvi con gli accessori.

Gli ultimi due punti sono gli stessi che vi abbiamo indicato quando abbiamo parlato di tendenze, cioè tessili e accessori.

Lo stile è una questione di armonia tra le parti

Possiamo quindi dedurre che rispettare e seguire uno stile è un atto decisamente più profondo e complesso rispetto ad una tendenza passeggera.

Anche per gli stili vi facciamo qualche esempio.

In questo articolo citeremo solamente stili appartenenti al periodo architettonico contemporaneo, ovvero a partire dagli anni ’80.

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Esempi di stili contemporanei

Alcuni degli stili che sono fortemente legati a contesti di interni e architettura sono:

  • Nordico
  • Industriale
  • Minimal
  • Classico
  • Moderno Design
  • Eclettico
  • Vintage
  • Neo Retrò

Esempi di stili influenzati da contesto geografico

Ci sono invece degli stili ispirati a stili di vita e coordinate geografiche specifiche, eccone alcuni:

  • Chalet
  • Marinaro
  • Shabby (molto simile allo stile Provenzale)
  • Country
  • Etnico (che è molto generico e vale sia per ispirazioni Africane, Asiatiche, mediorientali , ecc)

Il nostro ultimo consiglio è di capire prima di tutto il vostro stile di riferimento, fatelo considerando il vostro stile di vita, dove abitate, di cosa vi occupate ecc.  e tenendolo bene a mente.

iniziate la ricerca ricordandovi di considerare sempre tutti i punti che vi abbiamo elencato nel loro insieme e non singolarmente: lo stile è armonia.

In questo LINK puoi trovare le composizioni suddivise per stili che abbiamo creato per voi. Può essere molto utile per chiarirti ulteriormente le idee.

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo su stili e tendenze in Interior Design, speriamo di avervi dato validi strumenti per riconoscerli e conoscerli. Buon divertimento!

report-guida-gratis-riconoscere-stili-arredamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *