3 modi di utilizzare correttamente il rosa per arredare in stile contemporaneo
Blog,  stile moderno design

3 modi di utilizzare correttamente il rosa per arredare in stile contemporaneo

È clamoroso vedere nelle case in stile contemporaneo la completa trascuratezza delle regole basilari di interior design riguardo alla scelta e all’abbinamento dei colori.

Il tema è delicato. Sbagli se pensi che:

  • si possa basare la scelta pensando semplicemente al tuo colore preferito
  • sia sufficiente dare un colore diverso alle pareti possa creare un ambiente confortevole, accogliente e contemporaneo

In parte è vero ciò che diceva Verner Panton:

“Ci si siede più comodamente su un colore che ci piace”.

Tutto ciò che piace va però sempre contestualizzato e abbinato correttamente per creare armonia. Il rischio? Creare dei veri e propri obbrobri di colori accostati senza logica.

La cosa ancora più grave è che molti di voi ne sono anche convinti e ci dicono con orgoglio:

“ Bello vero?!”

Sdoganare il colore rosa

Potremmo dilungarci per ore a parlare delle difficoltà legate alla scelta e abbinamento dei colori, ma in questo articolo parleremo di come utilizzare e abbinare un colore divenuto simbolo del nuovo stile contemporaneo moderno design: IL ROSA.

Fino a qualche anno fa se ti avessimo detto che avere accessori o arredi rosa sarebbe stato un must per essere alla moda in fatto di stili arredamento ti saresti sbellicato dalle risate.

Ora sai accorgerti da solo di quanto il rosa sia stato sdoganato dalle banali associazioni a una camera per bambine o un interno prettamente femminile. Lo stile di arredamento contemporaneo elegante non ha veti su nessun colore nello specifico.

Se ti piace il rosa ma sei titubante e intimidito dal suo candore ti mostrerò in questo articolo tre modi di utilizzo che ti saranno molto utili per rendere la tua casa accogliente.

Alla fine dell’articolo troverai anche le linee guida che caratterizzano questo stile d’arredamento che  noi definiamo Stile Moderno Design.

Domare la creatività

Lo stile Moderno Design gioca molto su accostamenti inaspettati e inediti di colori e spesso si è indotti, erroneamente, a pensare che più colore si usa più si è contemporanei. Questo è un errore gravissimo!

A meno di non essere ad uno spettacolo circense troppi colori creano confusione e, permettimi, sono anche cattivo gusto.

Ricorda sempre:

“Less is more” ovvero meno è meglio. È un’affermazione che dovremmo sempre tenere a mente nella scelta di arredi e colori.

Scegliere e abbinare i colori in un interno significa anche imparare a mettere dei freni, se necessario, alla creatività 🙂

A meno che non ti sia confuso con lo stile eclettico, di cui non tratteremo in questo articolo, abbandona immediatamente l’idea di creare ambienti arcobaleno.

Per ogni ambiente è consigliabile utilizzare due colori (massimo tre per ambienti openspace o particolarmente grandi).

Il rosa è un colore molto speciale, è classificabile come “chiaro” ma non è considerabile “neutro”. Per utilizzare correttamente il rosa bisogna quindi trovare un solo altro colore a cui accostarlo in maniera corretta per ogni ambiente.

Vediamo adesso i 3 modi di utilizzare correttamente il rosa in un interno.

1. Scegliere arredi rosa

Un modo per introdurre il rosa è sicuramente attraverso l’arredamento. Ora che hai abbandonato il pudore nei confronti di un così bel colore sappi che acquistare arredi rosa non è penalmente perseguibile e soprattutto è molto di moda!

Sono due i problemi principali su questo tema:

  • Osare poco
  • Osare troppo

Nel primo caso comprare un cuscino o un piccolo quadretto o accessorio senza che ci sia un progetto di bilanciamenti e richiami è assolutamente inutile. Posizionare un elemento piccolo e poco visibile in un grande contesto è quasi peggio che non fare niente:

Se il progetto è debole il tuo piccolo oggettino rosa sembrerà un errore.

Nel caso invece di un utilizzo eccessivo del colore rosa posso dirti con certezza che in tutte le case che abbiamo visto chi ha tentato di fare tanti richiami di colore ha sempre esagerato e toppato in pieno la tonalità. Anche in questo caso… horror!

La teoria dei colori

La teoria del colore è molto complessa, se ti interessa puoi leggere questo articolo molto approfondito.

Per farla semplice potremmo dire che:

  • Esistono tante “tonalità” di colori (ovvero, giallo, arancione, rosso, fucsia, viola, ecc.).
  • Ogni tonalità di colore può avere diverse “gradazioni”: in base alla quantità di bianco o di grigio può essere più o meno luminoso (chiaro o scuro) o più o meno brillante e intenso.

Quando si sceglie il rosa bisogna rispettare la tonalità scelta e giocare invece sulle gradazioni.

In questa bella immagine di soggiorno sono stati scelti due colori (il rosa e il blu elettrico) senza paura e senza pudore. Come vedi la poltroncina e il pouf sono esattamente dello stesso tono di rosa, in questa maniera due elementi così presenti e così eccentrici non creano confusione.

Un tocco di stile? Aggiungere un cuscino dello stesso colore e un bellissimo mazzo di fiori, rigorosamente rosa confetto!

Un modo per non sbagliare è acquistare gli elementi dello stesso colore dallo stesso produttore.

IDEE: In un soggiorno moderno e di design non possono mancare elementi di marmo (come il piano del tavolino) o di ottone (come gli accessori decorativi).

fonte @swooneditions.com
tavolino stile contemporaneo
TAVOLINO
CUSCINO
poltrona stile contemporaneo
POLTRONA
vaso stile contemporaneo
VASO
POUF

2. Utilizzare il rosa come elemento di contrasto e risalto

Questa immagine è il sogno di tanti, una sala da pranzo contemporanea ed elegante.

Ti sei mai chiesto come mai è difficile copiare e riprodurre immagini del genere? O come mai apparentemente una cosa così facile (prendere elementi rosa e elementi verde scuro) possa portare a  risultati osceni e tutt’altro che eleganti?

Perché non ti è chiaro come copiare un look. Fammi spiegare.

Il rosa di questa immagine è chiaro e può essere messo in risalto attraverso un sistema di contrasto con colori scuri come il verde.

Questo non significa che tutti i verdi vanno bene con tutti i rosa, per riprodurre un’immagine bisogna essere precisi:

  • introduci solamente un rosa cipria chiaro
  • un verde bosco scuro (lo vedi in una gradazione più scura sulla tavola e più chiara sulla parete ma la tonalità è la stessa)
  • e un colore neutro come l’avorio per piccoli elementi o dettagli architettonici

Se vuoi raggiungere questo risultato tutti gli altri colori devono essere rigorosamente accantonati senza pietà. Se necessario regala qualche accessorio che hai già e rinnovalo con uno nuovo corretto.

Seguendo minuziosamente questo consiglio il verde bosco e il rosa cipria da soli bastano per raggiungere un risultato elegante e sofisticato.

Se volessi esagerare, per una serata importante, puoi introdurre dei piccoli elementi dorati e preziosi e piccoli cenni optical per un tocco ultra contemporaneo.

SAPEVI CHE: sempre più architetti si stanno avvicinando al mondo food disegnando intere collezioni di piatti come quella di Piero Lissoni?

fonte @pufikhomes.com
PIATTO
POSATE
flute stile contemporaneo
FLUTE
vasi stile contemporaneo
VASI
CANDELA

3. Rivestire le pareti di rosa

Il terzo modo per utilizzare il rosa negli interni è sicuramente nel rivestimento alle pareti.

Qui potremmo elencarvi una serie infinità di oscenità a cui abbiamo assistito; per non spaventarvi però diremo semplicemente che nel 90% dei casi il problema è la scelta della tonalità.

Il rosa è un colore trasversale, va bene quindi sia per la zona giorno che per la zona notte.

Il punto saliente è la scelta del tono. Optare per toni molto forti e accesi (come il fucsia), oltre che essere rischioso dal punto di vista del design (poiché implica un lavoro complesso, spesso impossibile, per la scelta di arredi e accessori) ha delle conseguenze a livello psicologico da non sottovalutare, sono degli eccitanti.

Scegliere il colore sbagliato in camera da letto potrebbe avere delle conseguenze catastrofiche e influire addirittura sul tuo riposo notturno, oltre che sul senso di insoddisfazione per l’aspetto della camera. Scegli un tono soft, che infonda calma e calore come il rosa cipria, rosa antico o rosa pastello.

Bilanciare i colori

L’insidia non finisce qui. Anche se hai scelto il giusto tono di rosa non puoi pensare di dipingere l’intera camera con lo stesso colore, avrai bisogno del solito secondo colore per bilanciare il candore roseo.

L’immagine di questa camera funziona perché rosa e color ottanio solo perfettamente ed equamente distribuiti alternandosi tra pareti e accessori delle stesse tonalità.

Non trascurare il pavimento: in questo caso il parquet è neutro e non interferisce con i colori.

Con questo metodo facilissimo potrai sviluppare un progetto cromatico da applicare anche in altri ambienti e con colori diversi e ammaliare i tuoi ospiti con un mood avvolgente.

ATTENZIONE: se parliamo di colore ottanio, non intendiamo il blu, se parliamo di rosa cipria non intendiamo il color pesca e via dicendo. Se stai scegliendo arredi e accessori per un ambiente bicromatico i colori interessati dovranno con i nomi corretti che li contraddistinguono.

I CODICI COLORI: esistono tanti sistemi di catalogazione dei colori, alcuni universali come NCS, RAL e altri specifici di aziende o brand come Pantone o Sikkens. Sono indispensabili per scegliere mobili o finiture o accessori uguali a qualcosa che abbiamo già ma non possiamo portare con noi.

fonte @aesthetecurator.com
poltrona stile contemporaneo
POLTRONA
stampa stile contemporaneo
STAMPA
trapunta stile contemporaneo
COPRILETTO
cuscino stile contemporaneo
CUSCINO
tavolino contemporaneo
TAVOLINO

Linee guida di questo stile contemporaneo

Lo stile moderno design è lo stile contemporaneo per eccellenza, è quello più in voga, tutte le riviste ne parlano e tutte le grandi aziende di arredo e oggettistica producono in stile. E’ quindi normale sceglierlo come timone per rinnovare la casa, è sicuramente la soluzione più attuale e di moda. 

Le sue caratteristiche principali e ben identificabili:

  • presenza di elementi di arredo contemporanei e di design;
  • uso del colore, può essere più intenso (ne parliamo qui) o più neutro quindi soft (trovi un nostro articolo a riguardo qui);
  • finiture a contrasto ovvero mix lucido/opaco, ruvido/liscio e via dicendo;
  • utilizzo di metalli per arredi o piccoli inserti, ad esempio: ottone, rame, acciaio brunito, ecc.;
  • elementi decorativi importanti come la carta da parati o tessili, tendaggi, tappeti, ecc.;

Se ti è piaciuto questo viaggio tra raffinatezza e colori aiutati con i link dei prodotti che abbiamo indicato per ricreare il mood nella tua casa, troverai tante opzioni in stile tra cui poter scegliere per casa tua.

Per qualche altra immagine di ispirazione vai alla nostra bacheca di Pinterest.

Avresti voluto vedere un bagno o angolo studio? Scrivici via mail o lascia un commento in questo articolo, cercheremo di accontentarti nel prossimo articolo!

A presto e buon Restyling!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In cerca di novità e idee per arredare casa?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA  NEWSLETTER!

*No spam, i tuoi dati sono al sicuro.