Stile country e sala da pranzo: passi falsi e errori da evitare
sala da pranzo,  stile country

Stile country e sala da pranzo: passi falsi e errori da evitare

La sala da pranzo è uno degli ambienti più camaleontici della casa, basta un’apparecchiatura nuova, una nuova tovaglia e in un attimo può cambiare stile… e noi non vogliamo assolutamente fare pasticci! Ecco perchè parleremo degli errori da evitare riguardo stile country e sala da pranzo.

Non confondere gli stili

Il problema è tutto qui. Lo stile country spesso viene confuso con lo  Stile Shabby

o con lo Stile Chalet, anzi, diciamola meglio, molto spesso si ha in mente lo stile ma la confusione arriva nella combinazione di arredi e accessori. Qui sotto troverete una serie di arredi e accessori che abbiamo scelto e vi indicheremo gli errori da evitare.

Per questa sala da pranzo abbiamo scelto per te:

  • lampada intrecciata: stile country e sala da pranzo hanno un comune denominatore: calore e natura. Questo stile infatti appartiene alle case di campagna e a chi ama stare a contatto con la natura. Questa lampada si chiama Croco ed è intrecciata con materiali naturali e su supporto di legno. In questo ambiente prediligete materiali naturali, legno, paglia, tessuto, ceramica ed evitate materiali ludici e riflettenti;
  •  tavolo: lo stile country ama il legno nella sua espressione naturale e nelle essenze calde. Va bene abbinare una parte di legno naturale con parti di legno tinto bianco, dovete invece evitare gli effetti decapati, tipici dello shabby;
  • sedia: qui vi proponiamo il tipico design di campagna, in legno con imbottitura tono su tono, semplice e genuina. In una sala da pranzo evitate sedie in materiali come resina e plastica;
  • carrellino porta vivande: dev’essere pratico con la struttura e le ruote in materiale resistente come il ferro (rigorosamente tinto in colori neutri come il bianco o nero o grigio) e i ripiani in legno. No ai carrelli con ripiani in vetro o dettagli in ottone o finiture metalliche preziose o lucide;

Gli accessori

  • cestino per il pane: come quelli di una volta in ferro e rete da pollaio e rivestito in lino naturale, è bandita la plastica!
  • sottopiatti: in midollino  intrecciato, è un ottimo espediente richiamare il colore o il materiale della lampada o di qualche arredo nella stanza anche negli accessori. Attenzione, il sottopiatto intrecciato se è in colore naturale è perfettamente in stile, se è tinto bianco o color corda diventa subito stile Marinaro;
  • piatti decorati: un classico il decoro con frutta sul bordo del piatto. Per gli amanti del genere rientrano in questo stile tutti i piatti e le ceramiche rustiche dipinte a mano come le Ceramiche di Caltagirone. No a piatti neri o dalle forme squadrate, no a decori e bordature preziose;
  • posate:  possono essere 100% in acciaio o argento o anche con l’impugnatura in un materiale diverso, può essere in legno o bambù, può avere un colore neutro come quelle che vi proponiamo. In assoluto da evitare le linee contemporanee sottili e slanciate e le finiture galvaniche lucide, sì agli effetti invecchiati e bruniti;
  • porta posate: è un accessorio non indispensabile ma molto caratterizzante. Juta e inserto di pizzo rendono l’idea di tradizione e artigianalità tipica delle case di famiglia di un tempo. No a portatovaglioli in vetro o plastica;

Le finiture

  • pavimento: non può mancare il parquet. No a resine o lucidature o vernici vetrificanti;
  • carta da parati: questa è perfetta per una sala da pranzo o una cucina, possono andare bene anche dei micro pattern fiorati o con motivi vegetali come i fiori di campo o erbe officinali, no a carte effetto giungla o rose rosa e gialle effetto casa della zia nella campagna inglese!
stile country e sala da pranzo lampada
GERVASONI
stile country e sala da pranzo tavolo
TAVOLO
stile country e sala da pranzo sedia
SEDIA
CARRELLO
PARQUET
stile country e sala da pranzo carta parati
CARTA PARATI
stile country e sala da pranzo certo pane
CESTINO PANE
SOTTOPIATTI
stile country e sala da pranzo piatti
PIATTI
POSATE
PORTA POSATE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *